Aikido e il centro, Aiki No Kokoro Boves, Scuola di Aikido Cuneo, Principi dell'Aikido

10 modi di centrarsi in Aikido che aiutano a crescere


Come incarnare crescita e sviluppo in se stessi, con gli altri e nel mondo – Miles Kessler


La centratura è la pratica di trasformazione fondamentale dell’Aikido. È il principio fondamentale dell’Aikido, su cui si basano tutti gli altri principi. Non solo la centratura è una pratica cardine, ma è anche il principio che quando sviluppato avrà il più grande impatto sulla tua vita.

In questo post del blog tratterò “10 modi di centratura in Aikido che aiutano a crescere”.

Guardiamo a 10 modi in cui la pratica di “centratura” in Aikido aiuta a incarnare la crescita e lo sviluppo in sé, con gli altri e nel mondo. Questo non è un elenco definitivo, ma sono sicuro che è qualcosa che potete mettere in relazione su come applicarla nella vostra pratica di Aikido e nella vostra vita.

1. Incorporare la consapevolezza

Il maestro spirituale Gurdjieff disse: “La vita è reale solo quando “Io sono”“.

Questa affermazione riflette la verità psicologica che un più alto sviluppo umano avviene solo quando si è autenticamente presenti nel qui e ora con totale consapevolezza. In breve, la consapevolezza innesca automaticamente lo schiudersi del vostro processo di sviluppo.

Se la consapevolezza è la pratica fondamentale per essere mentalmente presenti, allora la pratica fondamentale per essere presenti nel corpo è la Centratura.

Quando praticate la Centratura, vi sintonizzate su ciò che accade nel vostro corpo e nello spazio intorno a voi. Questo vi dà una maggiore capacità di mostrarvi pienamente nel corpo e, a sua volta, vi esprimete autenticamente nel mondo.

2. Contenere esperienze intense

Di tanto in tanto la vita può portare intense esperienze interne o esterne. Se l’intensità è troppo da contenere, si viene sopraffatti e si perde il centro. La sopraffazione vi porta su e fuori dal centro e solitamente in un meccanismo di difesa reattiva – lotta, fuga o congelamento.

Sviluppando la capacità di mantenere il centro, si crea gradualmente lo spazio per contenere e rimanere con esperienze intense. Si possono innescare le reazioni di lotta, fuga e congelamento, ma grazie alla vostra maggiore capacità di contenerle non parlate o agite a causa di queste spinte reattive.

Questa maggiore capacità vi aiuterà a stare meglio con esperienze intense e vi darà una maggiore capacità di affrontare e gestire le sfide che si presentano nella vostra vita.

3. Ritornare al centro

Nella nostra pratica in Aikido, ci concentriamo costantemente sulla pratica di tornare al centro. Anche se il centro suona come un punto fisso, il fatto è che come essere umano vivente il vostro corpo/mente esiste in un movimento continuo e  flusso costante. Questo continuo movimento e flusso includono il tuo centro.

Essere al centro significa essere in uno stato temporaneo di allineamento del corpo, della mente, delle emozioni e dello spirito. Ma come tutti gli stati questi sono temporanei – scivolare fuori da questo allineamento è inevitabile.

Quindi, in un certo senso, la pratica della centratura non consiste tanto nell’essere fissati nel vostro centro, quanto piuttosto nella capacità di ritornare al vostro centro quando ne uscite.

Sviluppare il proprio centro aumenta la consapevolezza di questo stato temporaneo. Questa consapevolezza vi aiuterà a sapere quando inevitabilmente uscirete dal centro, ad accettare questo squilibrio temporaneo e a fare i necessari aggiustamenti nella vostra mente e nel vostro corpo per ritornare nel vostro centro.

4. Conoscere meglio i vostri inneschi

Qualsiasi esperienza può essere un “fattore scatenante” che vi fa perdere il vostro Centro. Un oggetto o un’esperienza percepita come minacciosa può portarvi fuori dal vostro Centro facendovi allontanare per paura. Un oggetto o un’esperienza percepita come piacevole può portarvi fuori dal centro facendovi muovere con desiderio verso con desiderio. Oppure un oggetto o un’esperienza percepita come neutrale può farvi perdere interesse o spazio fuori dal Centro.

La brutta notizia è che si è fissi in questi fattori scatenanti. Alcuni di questi legami sono biologici, altri acquisiti attraverso la vita. Siamo tutti inneschi che camminano con pulsanti che aspettano di essere premuti. La buona notizia è che tutto questo si può cambiare con la pratica della Centratura.

Quando si pratica la Centratura, si sviluppa gradualmente la capacità di vedere il rapporto di causa ed effetto che si ha con il mondo. Quando si è centrati, il potere di auto-osservazione aumenta gradualmente e si comincia a identificare gli oggetti, le persone, le esperienze e le circostanze che vi innescano nella vita.

Superare e purificare i vostri inneschi richiede pratica e tempo. Alla fine arriverete al punto in cui comprenderete appieno le cause dei vostri inneschi. Con questa comprensione, i vostri trigger perderanno il loro potere e non vi porteranno più fuori dal centro.

5. Ricablare il sé

Perdere il proprio Centro è semplicemente una cattiva abitudine condizionata nel corso della vita. Questa cattiva abitudine è stata condizionata da stress, desideri, paure e meccanismi di sopravvivenza.

Anche se avere drastici meccanismi di sopravvivenza può essere una risorsa preziosa, il fatto è che oggi, la maggior parte dello stress che si affronta nella vita non è una vera situazione di sopravvivenza e non rappresenta una vera minaccia per la vostra vita.

Ma, poiché si è ben programmati per sopravvivere, le reazioni basate sulla paura spesso sorgono quando si percepiscono minacce che non sono realmente minacce. Con la pratica, è possibile ricblare queste cattive abitudini attraverso la consapevolezza e la centratura.

Quando si pratica la centratura, le reazioni di sopravvivenza basate sulla paura si trasformano gradualmente in risposte di scelta consapevole. Come dice il detto delle neuroscienze: “Neuroni che si attivano insieme finiscono per entrare in relazione”.

Ogni volta che in Aikido si pratica consapevolmente la centratura, si sta ricablando il sistema nervoso. Quindi se siete nel vostro centro gradualmente passerete a far diventare sempre di più uno stato temporaneo in un tratto permanente.

6. Canalizzare l’energia verso il basso

Lo stress, il desiderio intenso, preoccupazioni e paura faranno sì che la vostra energia si sposti verso l’alto, verso l’esterno e lontano dal centro. Quando vi esercitate a stare nel vostro Centro, spostate la vostra attenzione verso l’interno e verso il basso. Questo spostamento di attenzione crea un flusso “centro-positivo” di energia discendente che si muove attraverso il vostro centro verso terra. Questa energia discendente vi ancorerà nel momento presente e vi aiuterà a rimanere nella chiarezza e nella calma.

7. Mantenere il centro quando i confini sono disturbati

I vostri “confini del sé” sono costituiti dal vostro corpo, dalla vostra cultura, dalle vostre convinzioni, dalla vostra storia, delle vostre politiche, dai vostri beni, dalla vostra famiglia, dalle vostre relazioni e così via. Questi confini contengono la vostra identità e il senso di chi siete. Ogni volta che là fuori nel mondo questi confini si scontrano con altri confini, il vostro senso del sé verrà disturbato.

Niente riesce a portarvi fuori dal vostro centro tanto quanto i vostri confini sono stressati o disturbati. “Prendere un botta” ai vostri confini può farvi perdere l’equilibrio in tal modo che può essere necessario molto tempo per riprendersi.

“Restare profondamente nel vostro centro vi permette lo spazio per rilassare i vostri confini e la vostra identità incastrata in quei confini.”

Quando sviluppate il vostro Centro, aumentate la vostra capacità di resistere agli inevitabili disturbi dei vostri confini che la vita vi presenta. Inoltre, si guadagna la resilienza interiore; quando si perde l’equilibrio, si ha più accettazione, il che è l’inizio del processo di riallineamento per tornare all’equilibrio nel proprio Centro.

Infine, e forse la cosa più importante, restare profondamente nel vostro Centro vi permette di rilassarvi e di rilassarvi nei vostri confini e nella vostra identità incorporata all’interno di tali confini. Così, quando arrivano gli inevitabili “colpi”, si è meno colpiti – si è sviluppata una maggiore agilità emotiva per affrontare le sfide della vita.

8. Rimanere centrati nel mezzo dell’azione

Stare centrati in tutte le azioni è un aspetto fondamentale della pratica dell’Aikido. Infatti, tutti gli altri principi si basano sul principio della Centratura.

Muoversi nell’azione dal vostro centro farà sì che la chiarezza della vostra intenzione venga attualizzata nelle vostre azioni. Spostarvi con il vostro centro vi consente di fare qualsiasi micro-regolazione, perni o necessari cambiamenti di rotta nel mezzo di un’azione.

Le vostre azioni si completano spostandovi nel vostro centro nel bel mezzo delle azioni, permettendovi di compiere un cerchio completo, rimanendo proprio dove avete iniziato. Voi agite dal vostro Centro. Agite con il vostro Centro. E le vostre azioni si spostano nel vostro Centro.

9. Creare un “terreno di relazione”

Essere centrati è essere autonomi, il che significa essere “autogestiti”. Ciò significa che non siete governati da altri o da circostanze esterne.

Nelle relazioni, autonomia significa che non si è dipendenti da altri. Significa anche che non siete indipendenti e in opposizione ad un altro. E, naturalmente, significa anche che non si è co-dipendenti con gli altri.

Quando siete centrati e autonomi non controllate e dominate gli altri, né loro possono controllarvi e dominarvi. Siete liberi di essere voi stessi, e liberi di scegliere come stare con gli altri. E soprattutto, siete disponibili a fondervi in “awase” e comunione.

In questo senso, la centratura è il fondamento di tutte le capacità relazionali. È il principio fondamentale in Aikido su cui si basano tutti i principi relazionali. Dal centro entrate in connessione, ascolto, guidando, fondendo, entrando, ricevendo, permettendo, estendendo, unendo, e così via.

Creare un terreno relazionale attraverso la centratura, a sua volta, crea lo spazio relazionale per una fruttuosa interazione. La creazione di un terreno relazionale attraverso la centratura è la fonte di tutte le soluzioni creative che portano alla risoluzione dei conflitti.

“Il vostro unico vero potere è nella vostra capacità di scegliere. La centratura vi mette esattamente in quel potere mentre restate svegli e chiari nello spazio di scelta momento per momento.”

10. Lo spazio di scelta momento per momento

Ogni volta che vi trovate di fronte alla percezione di una minaccia, i vostri istinti base di sopravvivenza scatenano delle reazioni. Tutte le reazioni non sono altro che una ripetizione del passato.

Quando si interagisce partendo dalle reazioni, siete guidati dal pilota automatico e in quel momento non si ha libertà di scelta. Perché le vostre reazioni inconsce condizionate sono ripetizioni del passato, non soddisferanno mai le esigenze del presente in modo libero, appropriato e funzionale.

Essere nel proprio centro permette di rilassarsi nel momento. Diventate una “tabula rasa”, una tabula rasa che vi dà una maggiore chiarezza per vedere e valutare una situazione. Quando siete nel vostro centro avete una maggiore adattabilità alle situazioni che si presentano. Acquisite anche un’agilità emotiva che vi permette di scegliere liberamente come relazionarvi con gli altri in modo fresco in ogni nuovo momento.

Il vostro unico vero potere sta nella vostra capacità di scegliere come stare al mondo. Praticare il Centro vi pone esattamente in quel potere mentre state svegli e chiari nello spazio di scelta momento per momento.

Centrarsi è semplice

Praticare questi 10 modi di centratura dell’Aikido vi aiuterà a crescere come essere umano.

Questi 10 modi di centratura dell’Aikido qui sopra vi aiuteranno a sviluppare una comprensione del centro altamente complessa.

Ma per quanto complesse possano essere queste pratiche, la pratica della centratura è davvero una cosa molto semplice…

Basta sentire il centro.

Quando si sente semplicemente il centro, si pratica il centro. E facendo questa pratica molto semplice, sentendo il tuo Centro, state  automaticamente praticando tutto quanto detto sopra.

Domanda: In che modo il centro in Aikido (o nella vita) ti aiuta a crescere?

Libera traduzione dell’articolo pubblicato al seguente link:
Theintegraldojo.com – 10 ways centering in Aikido help you grow